Superenalotto in internet

=

meno tasse per gli italiani

e

più Servizi per il Cittadino

Carissimo Cittadino il 2 Ottobre 1999 ( Piccolo di Trieste a pag. 13 ) invitai l’allora Min. Visco e la Sisal a consentire la giocata del Superenalotto a mezzo internet con il pagamento della stessa tramite carta di credito ed eventuale riaccreditamento delle vincite sulla medesima carta o c/c. Siffatta condizione infatti avrebbe consentito agli stranieri ed agli italiani all’estero di apportare allo Stato Italiano moltissimi miliardi di lire e magari ai lavoratori italiani all’estero, in caso di vincita sostanziosa, di rientrare in Italia.

.

Martedì 5 ottobre 2005 il giornale “La Stampa” a pag 2

rendeva noto che la proposta di consentire le giocate del lotto e del superenalotto a mezzo internet era stata cancellata dalla finanziaria 2006.

Considerato che attualmente in internet navigano 600.000.000 di soggetti, se mediamente ciascuno investisse 1 € tre volte alla settimana per 54 settimane l’anno la giocata complessiva varrebbe

600.000.000 x 3 x 54 = 97.200.000.000 €

di cui:

- il 35% tasse allo Stato Italiano =  34.020.000.000 €

- il 38% quale montepremi vincibile per chi

    indovinasse il 6, il 5+1, il 5, il 4, il 3 pari a

    36.936.000.000 € ; chi indovinasse il 6 quindi 

   potrebbe  vincere ad ogni estrazione  45.600.000 €

   

-        il 27% a Sisal s.p.a. = 26.244.000.000 €.

Per pagare quindi meno tasse e se giocatore poter vincere di più in ogni singola estrazione carissimo Cittadino ti invito a supportare questo mio progetto scrivendo quanto segue al Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Silvio Berlusconi ai  Fax. 06-6791131 o 6783838 ed email s.berlusconi@camera.it  invitando amici, familiari e conoscenti a fare altrettanto, grazie.

Marco De Benedictis

www.marcodebenedictis.com

 

                                                                            Ill.mo Presidente del Consiglio dei Ministri,

                                                                                                 On. Silvio Berlusconi

                                                                                              Fax. 06-6791131 o 6783838

                                                                                          email s.berlusconi@camera.it 

Addì………………..

Oggetto: richiesta di liberalizzazione delle giocate del Superenalotto a mezzo internet

Ill.mo  Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Silvio Berlusconi,  La invito a reintrodurre nella Finanziaria 2006 la possibilità di effettuare la giocata al Superenalotto via internet, come già progettato nel 1999 dal sig. Marco De Benedictis (lettera trasmessa al Min. Visco pubblicata il 2 Ottobre 1999  dal Piccolo di Trieste a pag. 13 – Giocata al Superenalotto a mezzo sito internet interattivo multilingue con addebito del costo della giocata su carta di credito e/o c.c. ed accredito  dell’eventuale vincita su carta di credito e/o c.c.) ed a Lei ed al Parlamento palesata in più occasioni a mezzo fax ed email dallo stesso, onde incamerare dall’estero grandi quantità di euro che possano migliorare le condizioni di vita degli Italiani con una riduzione sostanziosa delle tasse es. eliminazione IRAP, e/o miglioramento dei servizi (es. Giustizia, Sanità, Scuola-Università-Ricerca, Assistenza Sociale ecc….).

Considerato che attualmente in internet navigano 600.000.000 di soggetti se in media ciascuno giocasse 1 € per singola estrazione, in 162 estrazioni annue (54 settimane x 3 estrazioni settimanali) lo Stato, cui spetta il 35% dell’intero ammontare giocato incamererebbe 33.020.000.000.000 € con i quali ridurre le tasse ad i Cittadini e/o migliorare i servizi offerti da Stato, Regioni, Province, Comuni ed Enti locali.

Qualora la giocata media fosse di 2 € la somma salirebbe a 66.040.000.000 €, se divenisse di 3 € la somma risulterebbe di 99.060.000.000 € e così di seguito, potendosi chiaramente migliorare ulteriormente i benefici in favore dei Cittadini Italiani.

La invito pertanto Presidente ad abrogare la norma che vieta la giocata a mezzo internet del Superenalotto, imponendo, a salvaguardia del consumatore, che sul sito siano riportate le effettive probabilità di vincita per chi indovinasse il 6, il 5+1, il 5, il 4, il 3 ed al contempo si limitasse a 30-50 € al massimo la giocata effettuabile da ciascun scommettitore onde lo stesso non possa dilapidare l’intero capitale, come invece purtroppo può avvenire recandosi oggi in una qualsiasi ricevitoria Sisal sparsa sul territorio Italiano.

Distinti saluti

                                                                       Firma

                                                               -----------------------