La mia lettera a Panorama

Vi invito a leggere l'articolo, sunto di una trasmissione della RAI sulle
Regioni Autonome dello Stato Italiano,
http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=31 , perche forse e giunta l'ora che
ogni italiano sia realmente uguale ad ogni altro connazionale, a prescindere
dalla regione in cui vive.
Un encomio credo debba essere fatto alla Regione Valle d'Aosta e al Trentino
Alto Adige, per avere a cuore la sanita pubblica ed il decoro degli stipendi
dei medici ed in modo particolare ottimale sembra essere l'interesse per la
cultura dei Valdostani che offrono libri gratis, a prescindere dal reddito a
tutti i propri studenti sino al conseguimento del diploma e varie
agevolazioni agli stessi che s'iscrivano presso le Universita Italiane di
altre regioni, con fondi pro affitto casa, pro libri, pro tasse
universitarie e rimborsi per i viaggi di tali universitari.
Non altrettanto purtroppo puo dirsi della Sicilia, che a quanto sembra puo
permettersi di non versare una lira allo Stato Italiano da quando e stata
costituita la Repubblica Italiana, mentre al contempo esige un lauto
contributo per la Sanita, da parte di tutti gli altri Italiani.
Che in Italia si debba fare molto e un dato di fatto, ma non avrei mai
pensato che il senso di equita e di giustizia, tra cittadini dello stesso
Paese, fosse cosi ridotto.

Marco De Benedictis

 

Clicca qui per leggere il commento di Panorama


[Torna alla pagina principale]